<img alt="" src="https://secure.dawn3host.com/210422.png" style="display:none;">

Domande Frequenti

 

                      💬 Contattaci
 
 

  Su Hemargroup

Hemargroup è un partner di servizi di elettronica conto terzi con 50 anni di esperienza. Applichiamo tecnologie all'avanguardia per fornire servizi specializzati e di altissimo livello di ingegneria meccanica ed elettronica, prototipazione, test e produzione di massa. Dalla logistica, alla gestione dei materiali e all’immagazzinamento dei componenti in condizioni ideali, fino alla consegna e al post-vendita ci prendiamo cura dei prodotti elettronici durante il loro intero ciclo di vita. Offriamo una produzione flessibile, che può andare da 1 fino ad un milione di pezzi. Per maggiori informazioni sui nostri servizi visita la nostra pagina dedicata.

Dare una tempistica precisa senza specifiche sul progetto è molto difficile. Lo sviluppo può infatti variare di molto in base alla complessità del progetto, che in media può andare da 6 mesi per i progetti più semplici o per progetti che iniziano già da un prototipo self-made, fino a 2 o 3 anni per progetti molto complessi e che riscontrano molteplici problematiche che necessitano di essere risolte in un processo iterativo. Per definire a grandi linee la tempistica di sviluppo è necessario fornire le specifiche del progetto e discuterne la fattibilità e il design. Contattaci per organizzare un meeting con noi e discutere su una possibile partnership.

Se il punto di partenza è un’idea concettuale, i documenti di base necessari sono una presentazione del progetto con tutte le specifiche il più dettagliate possibile ed il pitch. A questo punto è necessario effettuare un meeting (virtuale) con il nostro responsabile dei progetti e un ingegnere, per discutere del progetto e poter in seguito fare un’analisi della fattibilità dello stesso. Se già in possesso di un prototipo self-made invece, oltre ai documenti sopracitati è necessario trasmettere tutti i file legati all’elettronica del prodotto (BOM, CAD,..), e se già ottenuto, anche il brevetto di prodotto. Lo scambio dei file sopracitati è rigorosamente protetto attraverso un NDA (Non-Disclosure Agreement) firmato da entrambe le parti. Contattaci per saperne di più o per prenotare un meeting con noi.

La tracciabilità nel processo di produzione è importantissima poiché nel caso si verifichi un problema o un difetto di qualsiasi tipo, è possibile rintracciarne l’origine e individuare le schede che hanno bisogno di essere controllate o modificate. Questo sistema permette infatti di tenere traccia, per ciascun PCB assemblato, di ogni componente utilizzato e anche dell’operatore coinvolto. La tracciabilità è possibile con la numerazione seriale di ciascuna bobina, che a sua volta contiene i dati sul fornitore, sul numero di lotto e sul numero di componenti. Durante l’intero processo di produzione tutte le informazioni importanti relative ad ogni PCB vengono continuamente aggiornate nel database, come ad esempio il tempo di produzione su ogni macchina, gli operatori coinvolti ed i componenti inclusi. Hemargroup dispone di un avanzato sistema di tracciamento digitale in grado di monitorare ogni singolo componente e processo, garantendo una completa tracciabilità, dal magazzino al prodotto finale. Tutti i processi produttivi sono infatti costantemente monitorati attraverso una sofisticata infrastruttura di Business Intelligence (BI). Ogni PCBA con il proprio QR Code è conforme alle normative internazionali IPC, garantendo la massima qualità e la completa tracciabilità, dal singolo PCB fino al prodotto finale.

Hemargroup è costantemente in contatto e ha instaurato solide relazioni di fiducia con molteplici fornitori di componenti elettronici. Affidarsi a un partner di servizi di elettronica per l’acquisto della componentistice è infatti vantaggioso in quanto oltre al contatto diretto con molti fornitori è anche molto probabile che i componenti vengano acquistati in quantità maggiori e quindi il prezzo del singolo componente diventa minore. Hemargroup dispone anche di un grande magazzino in cui grandi quantità di componenti sono immagazzinate in condizioni ideali, in alcuni casi è quindi possibile che si disponga già di alcuni componenti richiesti per il progetto, e questo è di gran lunga un vantaggio, specialmente negli ultimi tempi in cui la carenza globale di componenti elettronici sta mettendo in difficoltà l’intera industria.

La certificazione ISO 9001 è una certificazione riconosciuta a livello internazionale che attesta la qualità dell'azienda e del suo sistema di gestione. Si tratta di uno strumento fondamentale per le aziende che vogliono migliorare la propria produttività ed acquisire maggiore rilevanza sul mercato. Per visionare tutte le certificazioni di Hemargroup può visitare questa pagina.

La certificazione ISO 14001 è una certificazione riconosciuta a livello internazionale che attesta la qualità dell'azienda specialmente inerente al sistema di gestione ambientale. L'importanza di un cambiamento verso uno sviluppo sostenibile è un argomento ben noto a livello globale, e per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) dell'ONU entro il 2030, bisogna essere consapevoli del ruolo cruciale che le aziende giocano nel raggiungerli. Per questo motivo questa certificazione è importante e permette di rafforzare l’identità aziendale ottimizzando le performance ambientali e allo stesso tempo rimanendo al passo con gli sviluppi politici globali. Per visionare tutte le certificazioni di Hemargroup può visitare questa pagina.

La certificazione ISO 13485 è una certificazione riconosciuta a livello internazionale che attesta la qualità dell'azienda e del suo sistema di gestione specifica per l’industria medtech, fornendo quindi la qualificazione certificata per lo sviluppo di prodotti medicali. Per visionare tutte le certificazioni di Hemargroup può visitare questa pagina.

La certificazione AQAP 2110 è una certificazione riconosciuta a livello internazionale che attesta la qualità dell'azienda e del suo sistema di gestione specifica per l’industria militare, fornendo quindi la qualificazione certificata per lo sviluppo di prodotti nell’ambito della difesa e del militare. Per visionare tutte le certificazioni di Hemargroup può visitare questa pagina.


  Come sviluppare un progetto

Prima di arrivare alla fase di industrializzazione ci sono molti step da seguire e spesso il percorso è tutt’altro che lineare. Per quanto riguarda un prodotto elettronico, quando si parte da una pura idea concettuale è necessario fare una Proof of Concept del design concettuale, un’analisi di fattibilità e di mercato, informarsi su eventuali brevetti e sulla protezione della proprietà intellettuale, nonché definire il più possibile le specifiche del progetto. Solo dopo questi passaggi è bene proseguire con lo sviluppo ingegneristico elettronico e meccanico. Quasi sempre, questa fase richiede un procedimento iterativo di prove e tentativi per arrivare alla massima ottimizzazione del prodotto e ad una prototipazione pronta per l’industrializzazione. Dopo i test e tutte le verifiche necessarie, il prototipo è pronto per essere prodotto in massa e commercializzato. L’industrializzazione di un prodotto elettronico richiede un’alta specializzazione ingegneristica per lo sviluppo e un’infrastruttura avanzata per la produzione in serie, per questo motivo è di consuetudine affidarsi a un partner di produzione di servizi di elettronica come Hemargroup. Se sei una startup e vuoi sviluppare un prodotto elettronico leggi la nostra pagina dedicata.

Se il punto di partenza è già un prototipo self-made, il primo passo da fare sono tutti i controlli di qualità e sicurezza necessari che spesso portano ad identificare problematiche e punti di miglioramento. Per raggiungere l’ottimizzazione del prototipo viene effettuata un’analisi della scheda di montaggio, un’analisi tecnica e documentazione, un’analisi della scheda vuota ed un’analisi della testabilità. Una volta che il prototipo è stato ottimizzato e approvato, è pronto per la produzione di massa che avviene lungo una complessa catena di macchine con funzioni ben specifiche. Per saperne di più su come si produce un prodotto elettronico continua a leggere nella sezione delle domande generali.

  1. Il primo passo da compiere per sviluppare la tua idea è individuare e definire i tuoi scopi, la tua missione. Ovvero mettere nero su bianco in maniera chiara e sintetica le motivazioni che ti spingono a voler intraprendere una certa attività attraverso il progetto in questione.

  2. Stabilire gli obiettivi che sono volti a concretizzare i tuoi scopi. Gli obiettivi devono però essere più concreti ed essere adatti al contesto in cui si svolgerà l’attività. E’ importante che gli obiettivi siano ‘SMART’ ovvero specifici, misurabili, accettabili (ovvero devono poter essere riconosciuti come sostenibili nel tempo), realistici e scadenzabili (dall’inglese SMART è un acronimo per specific, measurable, accepted, realistic, timely).

  3. Analizzare il contesto a livello di mercato come pure i competitor è necessario al fine di avere le idee chiare su come e dove muoverti.

  4. Studiare il target di riferimento, ovvero tutti i soggetti e gli enti a cui il tuo progetto è rivolto.

  5. Sviluppare una strategia sulla base di tutte le informazioni acquisite negli step precedenti, e definire un piano temporale diviso in fasi per l’avanzamento e la realizzazione del tuo progetto.

  6. Delineare e sviluppare una pianificazione economica, indispensabile per la riuscita e la sostenibilità del progetto. Se non autofinanziato, spesso è necessario ricorrere a investitori esterni.

  7. A questo punto è tutto pronto per fare partire il progetto e per la fase di sviluppo, industrializzazione e commercializzazione. Durante queste fasi è necessario però predisporre anticipatamente azioni di monitoraggio per poter valutare costantemente i progressi e le falle da risolvere del progetto. Se si tratta di un prodotto elettronico, la fase di industrializzazione può essere molto più complicata poiché richiede un livello molto alto di specializzazione. Per saperne di più su come sviluppare, ottimizzare e industrializzare un prodotto elettronico leggi di più nelle domande precedenti.

Un’idea in quanto tale non può essere protetta, diverso per quanto riguarda la sua realizzazione. Ci sono diversi tipi di protezione, in base alla natura di ciò che si vuole proteggere:

  • il nome o il logo di un prodotto o di un’attività può essere registrato come marchio;

  • la forma di un prodotto può essere protetta depositandone il design;

  • le opere artistiche e letterarie come pure software per computer possono essere protetti dal diritto d’autore;

  • infine, un prodotto tecnico (ad esempio, un’invenzione elettronica) o un procedimento (ad esempio per assemblare un dispositivo elettronico) può essere protetta da un brevetto.

In quest’ultimo caso, il brevetto è un titolo di protezione rilasciato dallo Stato per l’oggetto in questione, definito come invenzione. Quando l’invenzione è brevettata, il titolare acquisisce il diritto di vietare a terzi di sfruttare commercialmente la sua invenzione per un periodo massimo di 20 anni. Tuttavia, la protezione è limitata ai paesi in cui viene rilasciato il brevetto. Dopo questa tempistica l’invenzione diventa di dominio pubblico e può essere utilizzata liberamente da terzi. Hemargroup è il partner ideale per lo sviluppo e l’industrializzazione di prodotti elettronici ma non si occupa della consulenza in qualità di brevettazione. Tuttavia, è in grado di indirizzare una startup nei passi da compiere per ottenere il brevetto.

In Europa, i prodotti e le macchine di vario genere devono soddisfare i requisiti di conformità CE. Questo vale all'interno dell'Unione europea, dello Spazio economico europeo e della Svizzera. La certificazione sta ad indicare che il prodotto soddisfa i requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute. Per certificare un prodotto è necessario rivolgersi ad un ente di certificazione accreditato (ad esempio, la Suva) per far valutare il proprio prodotto. Nonostante il titolare del prodotto sia pienamente responsabile dello stesso, ottenere di una certificazione che garantisce ed attesta la conformità alle direttive e ai regolamenti vigenti da parte di un ente indipendente costituisce una garanzia di sicurezza in più che rende il prodotto più valido.

Il processo di prototipazione di un prodotto elettronico è fondamentalmente costituito dallo sviluppo ingegneristico elettronico e meccanico. Quasi sempre, questa fase richiede un procedimento iterativo, come un ciclo continuo di prove e tentativi per apportare modifiche al progetto, ai materiali, alle dimensioni, alla forma, all’assemblaggio, al colore, alla realizzabilità del prodotto e alla resistenza del prototipo, fino ad arrivare alla massima ottimizzazione del prodotto. Dopo svariati test e tutte le verifiche necessarie, il prototipo è pronto per essere prodotto in massa e commercializzato. L’industrializzazione di un prodotto elettronico richiede un’alta specializzazione ingegneristica per lo sviluppo e un’infrastruttura avanzata per la produzione in serie, per questo motivo è di consuetudine affidarsi a un partner di produzione di servizi di elettronica come Hemargroup. Se sei una startup e vuoi sviluppare un prodotto elettronico leggi la nostra pagina dedicata.

Lo sviluppo di un prototipo può essere più o meno complicato, ma solitamente non si tratta di un processo lineare quanto più di un processo iterativo al fine di ottenere un prodotto finale ottimizzato e pronto per essere prodotto in massa e commercializzato. Lo sviluppo di un prodotto elettronico è fondamentalmente costituito dallo sviluppo ingegneristico elettronico e meccanico e pertanto richiede un’alta specializzazione. Per questo motivo, senza sufficienti conoscenze tecniche e disponibilità a livello di materiali e componenti elettronici, il modo più veloce e affidabile di sviluppare un prototipo è attraverso un partner di produzione di servizi di elettronica come Hemargroup. Per sapere come poter sviluppare il tuo progetto con noi visita il nostro sito o contattaci per saperne di più o per prenotare un meeting con noi.


  Domande generali

I servizi di produzione elettronica (EMS) sono quelli offerti dalle aziende che progettano, ingegnerizzano, prototipano, testano e producono parti elettroniche e prodotti finali. Scegliere saggiamente il vostro partner EMS può darvi un enorme vantaggio sulla concorrenza. Anche se ogni EMS è diverso dall'altro, si tratta di alcuni servizi che sono considerati uno standard del settore. Ciò che può fare una grande differenza tra un'azienda e l'altra è la presenza di uno staff engineering dedicato, che può aiutarvi nella progettazione del prodotto, nell'industrializzazione/aggiornamento dei componenti, e nell'ottenimento di certificazioni specifiche. Ad esempio, Hemargroup è certificata ISO 13485 per il settore medicale e AQAP 2110 per quello militare. Per saperne di più leggi questo articolo o contattaci.

Avere un partner di produzione per conto terzi, su contratto, anche detto conto lavoro, outsourcing o esternalizzazione, significa collaborare con un'impresa esterna alla propria, per affidargli alcune fasi o l'intero processo di produzione di un bene o servizio. Nel caso di Hemargroup, non solo è possibile affidare la produzione elettronica ma anche lo sviluppo stesso, in quanto disponiamo di un esteso dipartimento R&D.

Dire un prezzo senza specifiche è molto difficile. Prima di tutto il prezzo può cambiare molto se si parte da un’idea ancora da sviluppare o se si è già provvisti di un prototipo pronto per la produzione di massa. Lo sviluppo richiede infatti un lavoro iterativo da parte di ingegneri di elettronica e meccanica che diventa più costoso, quanto più il tempo necessario e la complessità del progetto sono maggiori. Se si ha già un prototipo invece sarà necessario l’intervento di ingegneri solo per apportare delle eventuali migliorie. Per quanto riguarda la produzione, i costi comprendono principalmente il costo dei PCB e dei componenti elettronici, che negli ultimi anni hanno visto una crescita di prezzo del 15 fino al 30% per alcuni pezzi. Ulteriori costi sono il prezzo di setup, ovvero della programmazione delle macchine, ed i test di verifica. Spesso sono necessarie delle certificazioni per omologare il prodotto elettronico, ma questo non è solitamente di competenza dell’azienda di produzione elettronica. Per avere un preventivo dettagliato è necessario fornire le specifiche del progetto e stabilire l’attuale stato con il partner di produzione elettronica. Per avere maggiori informazioni e richiedere un preventivo contattaci qui.

La fabbricazione di un prodotto elettronico inizia sempre caricando i PCB vuoti nella macchina serigrafica e la susseguente stesura della pasta TIM sulle piazzole di saldatura di ogni PCB prima di entrare nella linea di assemblaggio pick & place, dove il PCB all'interno viene assemblato con componenti SMD che poi vanno in moduli aggiuntivi a seconda del tipo di linea. Dopo la saldatura i PCB passano attraverso macchine di ispezione ottica automatizzata (AOI), che analizzano la correttezza dei giunti di saldatura e la resistenza dei componenti. Se viene rilevato un difetto, il PCB viene riparato da un ingegnere umano qualificato. Il PCB va poi nella saldatrice a onda, dove i terminali del lato inferiore dei componenti THT vengono saldati al PCB semplicemente al contatto con l’onda. Infine, il dispositivo elettronico va nella linea di assemblaggio finale, dove parti speciali in metallo, plastica o di copertura vengono assemblate, e sono pronte per il test finale attraverso la scheda ad aghi dove il PCB viene posto per essere testato. Qui, ogni componente viene controllato, misurato, calibrato e i microcontrollori vengono programmati. A questo punto il dispositivo elettronico è finito e pronto per essere spedito al cliente.

Il termine Proof of Concept significa letteralmente “prova di concetto” e sta infatti ad indicare una dimostrazione di fattibilità di un prototipo che si trova ancora in fase concettuale e pre-decisionale, in cui vengono valutate le potenzialità di sviluppo dell'idea e i relativi investimenti.

Il Design for Excellence (DFx) consiste in metodi, linee guida e standard che permettono uno sviluppo e la conseguente produzione di prodotti con la miglior qualità possibile. Adottando il principio del DFx come parte integrante del processo di sviluppo del prodotto, si ottengono prodotti di qualità superiore, costi inferiori e cicli di sviluppo del prodotto più brevi. Questo termine include e riassume un'ampia gamma di linee guida specifiche di progettazione, tra cui Design to Cost, Design for Manufacturing, Design for Assembly, Design for Serviceability, ecc. Hemargroup opera fin dall’inizio seguendo questo principio, mettendo al centro la qualità del prodotto. Siamo infatti certificati ISO 9001 che garantisce l’alta qualità in tutti i processi.

Il Design for Manufacturing (DFM) è la pratica ingegneristica di progettazione che si pone l’obiettivo di semplificare il processo produttivo delle parti e di tutti i componenti elettronici che sono necessari per il prodotto finale. Questo permette di rendere la produzione e il montaggio più facile, e conseguentemente di ridurre i costi di produzione del prodotto. Inoltre, seguire questa pratica permette di identificare e risolvere potenziali problemi in fase di progettazione, quando è meno costoso affrontarli, piuttosto che in seguito, durante il processo di produzione.

Una distinta base, più comunemente chiamata BOM (dall’inglese, “Bill of Materials”) è un documento che definisce tutti gli elementi necessari per la realizzazione di un determinato prodotto. La lista di materiali e componenti elettronici è essenziale nelle fasi di progettazione, produzione e assemblaggio di un prodotto poiché permette una migliore pianificazione dell'acquisto di componenti e una stima più precisa del loro costo, di migliorare il controllo delle scorte e mitigare il rischio di errori. Una BOM è quindi fondamentale per raggiungere una catena di produzione ottimizzata e priva di errori.

Ci sono molti siti di rivendita online di componenti elettronici, acquistabili da chiunque, anche da privato. Tuttavia, affidarsi ad un partner esterno di produzione elettronica come Hemargroup è vantaggioso in quanto è molto probabile che i componenti vengano acquistati in quantità maggiori e quindi il prezzo del singolo componente diventa minore. In alcuni casi è anche possibile che l’azienda di elettronica disponga già di alcuni componenti richiesti per il progetto, e questo è di gran lunga un vantaggio, specialmente negli ultimi tempi in cui la carenza globale di componenti elettronici sta mettendo in difficoltà l’intera industria.

La Nostra Esperienza

Aerospace Electronic Manufacturing Services

Aerospace

Consumer Electronic Manufacturing Services

Consumer Electronics

Defense & Military Electronic Manufacturing Services

Defense & Military

Green Tech Electronic Manufacturing Services

Green Tech

Industrial Electronic Manufacturing Services

Industrial Electronics

Smart Home Electronic Manufacturing Services

Smart Home

Smart Building Electronic Manufacturing Services

Smart Building

Smart Wearables Electronic Manufacturing Services

Smart Wearables

Medical Electronic Manufacturing Services

Medical

Telecommunication Electronic Manufacturing Services

Telecommunication

Internet of Things and Sensors Electronic Manufacturing Services

IoT & Sensors

Lighting Led Electronic Manufacturing Services

Lighting

 

Come possiamo aiutarti?