Come prototipare un servizio e conquistare un target di clienti


 
come-prototipare-un-servizio-e-conquistare-un-target-di-clienti

La domanda è questa: è possibile prototipare un servizio? Cosa fare quando sopraggiunge una buona idea? Ebbene le idee non si possono brevettare, ragion per cui è bene trasformarle in prototipo. Questo è importantissimo nel caso in cui si tratti di un nuovo prodotto, ma se si trattasse invece di un servizio? Ad esempio di un processo per la risoluzione di un problema tecnico? O di un modello di utilità oppure ancora di una funzione puramente ornamentale?

Ebbene le risposte sono davvero interessanti. Ecco un riepilogo delle nostre esperienze sul campo.

5 suggerimenti per la prototipazione di un servizio

Non fare tutto per tutti

Per realizzare un’idea, il primo passo è effettuare un business plan per studiare il mercato e i competitor. Inoltre, aspetto cruciale e strategico, dovrai delineare un preciso identikit del target da soddisfare. È essenziale in questa fase pensare ad un servizio dall’alto valore aggiunto, da proporre a persone realmente interessate ovvero disposte a pagare per averlo.

È questo il motivo principale per cui, d'ora in poi, il filo conduttore di ogni tua azione dovrebbe essere ricercare feedback da parte dei tuoi potenziali consumatori. In tal modo potrai:

  • Sviluppare un servizio richiesto sul mercato
  • Mantenerlo all’altezza delle aspettative nei momenti di sviluppo
  • Farlo crescere grazie alle testimonianze e al passaparola positivo

Si tratta di punti essenziali per il tuo business, a maggior ragione se rifletti sul fatto che vendere un servizio è completamente un altro processo,rispetto ad un prodotto fisico. La vendita di un servizio è centrata sulla reputazione e l’immagine di chi la propone: feedback e recensioni giocano quindi un ruolo strategico.


Determina i momenti che contano

Primo passo: creare un percorso a milestone -ovvero con delle pietre miliari a cui fare riferimento- da raggiungere di volta in volta, per passare da uno step all'altro. Ora chiediti: quali sono i punti di flesso più importanti nel percorso? Perché, credici, è davvero impossibile essere al top in ogni momento. Quindi è fondamentale identificare le diverse fasi dell'esperienza di creazione. È un ottimo modo per dare la priorità ai punti più importanti a cui dedicare la tua energia.

Come identificare i momenti che contano?

  • Investi molto tempo nel comprendere ciò che è importante per le persone che usufruiranno del tuo servizio o che vi parteciperanno in qualche modo
  • Condividi momenti della vita delle persone interessate, per capire cosa le attira e cosa le irrita. Puoi ad esempio prendere spunto dal modo in cui le persone acquistano le offerte di servizi simili

A quali persone hai stabilito di dare la priorità?

Cosa senti di poter fare con le tue capacità?

Un confronto dialogico tra ciò che sono le ambizioni personali e ciò che si sente possibile, s’impone. Ciò non significa che le opzioni ambiziose ma possibili, debbano essere tolte dal tavolo!


Vai alla ricerca di indicatori precoci

Fase successiva: dovrai prevedere di testare la tua idea con un MVP (Minimum Viable Product), cioè effettuare un test con il minimo delle risorse a disposizione, per valutare l’appetibilità della tua idea sul mercato.

È più facile di quanto si creda effettuare queste prime prove!

Ma prima ancora, ci sono altri indicatori precoci da tenere d’occhio, nel momento in cui comincerai ad interagire con i tuoi early adopter: ci sono strumenti in grado di scandagliare ogni singolo feedback, come Google Analytics, o servizi di chatbot online per poter interagire in tempo reale oppure servizi per valutare la tua user experience (ad esempio tramite il sistema delle emoticon).


Tocca il potenziale creativo di coloro che erogano il servizio

Un team coeso, professionale e competente è indispensabile per la realizzazione della tua idea. Se decidi di affidarti ad un’azienda, segui istinto e intuizione per valutare le persone che vivono la tua idea ogni giorno. Coinvolgi sia gli stakeholder finali, sia i designer. E poni domande su come procedono le cose. Senza dimenticare di tutelare la proprietà intellettuale della tua idea e formalizzare ogni aspetto rilevante della fase di prototipazione, ad esempio con una lettera di incarico.


Crea engagement e rimani in ascolto

Una volta realizzato il tuo MVP comincia ad interagire con i tuoi utenti. Il prototipo che sottoporrai alla loro attenzione è rudimentale ma ha le basi necessarie per poter funzionare (sicuramente il servizio finale da mettere sul mercato avrà più funzionalità ma in questa fase di prototyping è essenziale che abbia quelle più caratterizzanti per il tuo servizio).

L’aspetto più importante dell’intera esperienza di prototipazione rimane proprio l’analisi dei feedback da parte di coloro che utilizzano il tuo servizio e di come da questo riescono a trarre beneficio. Preoccupati sempre di creare momenti di engagement, per aiutare le persone a ricordarti e a mantenere alto l’interesse curioso intorno alla tua idea.

Svolte queste operazioni per un paio di mesi, avrai già raccolto una buona quantità di dati da analizzare e sulla quale basare lo sviluppo del tuo nuovo servizio, allineandolo alle esigenze espresse dalla persone direttamente coinvolte nella fase di test.

Per concludere. Il potere della prototipazione è proprio questo: allineare i bisogni dei consumatori finali alle capacità dell’organizzazione.

Interessi e tecnologie cambiano di continuo e se vogliamo garantire prosperità e longevità all'azienda, allora è indispensabile curare la user experience, come una piantina appena nata dopo mesi di attesa, da innaffiare e coltivare con attenzione lungo l'intero percorso di vita.

E tu? Hai già raccolto i primi dati sulla tua nuova idea da trasformare in servizio? Se vuoi continua pure ad approfondire l'argomento, ecco per te una checklist gratuita da scaricare. Buona lettura!

Trasforma la tua idea in un prototipo

Electronic Manufacturing & Services