Aprire una start-up di prodotti tecnologici, da dove iniziare


 
GettyImages-904944566

Aprire una start-up di prodotti tecnologici può intimorire. I neo-imprenditori spesso non sanno come avviare l'azienda, hanno solo una grande idea iniziale e il desiderio di avere successo. Sfortunatamente, una grande idea non è abbastanza. Ci sono molti passaggi da realizzare tra l’idea originaria e il lancio del prodotto sul mercato. E se non hai ben in mente quali siano questi step, è facile a un certo punto sentirsi sopraffatti dagli eventi ed essere costretti a rinunciare.

Sei uno che non molla?


C'è in realtà qualcosa di peggio che può accadere. L’esperienza insegna che spesso si persevera fino a spendere tutto il budget nello sviluppo di un prodotto tecnologico che diventi perfetto… per poi scoprire che nessuno lo vuole. Per questo una start-up tecnologica può essere un grande successo ma, se lanciata senza le basi giuste, può diventare anche uno spreco di tempo, denaro e fatica.

Fortunatamente, c'è un processo già delineato, che puoi seguire per costruire una grande tech start-up.

Sei pronto?

Come aprire una start-up di prodotti tecnologici in 5 passaggi

Ecco 5 step “collaudati” per avviare la tua azienda tecnologica nel modo giusto.

Riduci al minimo le funzionalità principali

Vuoi costruire un software? Ebbene non deve diventare un processo estenuante. Non deve includere tutte le funzionalità possibili, prima ancora di testarlo. Al contrario, il lancio di una soluzione software ricca di funzionalità è l'approccio più rischioso allo sviluppo futuro del prodotto. Riduci l’idea iniziale a una o due funzionalità principali: quelle che ritieni possano davvero aiutare le persone a risolvere quel problema specifico, nel modo più efficace.

In genere, le persone non utilizzano mai tutte le funzionalità offerte da un software: quelle meno adoperate, diventano per te uno spreco e uno sforzo eccessivo per implementarle (almeno in questa fase iniziale). L'approccio migliore è quindi testare il mercato proponendo soltanto poche funzionalità: presenta l’idea e mettiti al lavoro per creare le successive ma solo dopo aver studiato con attenzione i feedback del mercato.

Ti chiederai: ma è davvero così intuitivo stabilire da subito quali funzioni sono effettivamente "core" e quali sono “fronzoli” da poter aggiungere in un secondo momento?

No.

Per questo, una breve analisi iniziale ti sarà utile.

  • Definisci il tuo mercato di riferimento: quanto ne sai del tuo target? Scopri il più possibile.
  • Crea uno storyboard: pensa a come le persone useranno ciascuna funzione e in che modo ognuna li aiuterà a risolvere il loro problema.
  • Rimuovi le funzionalità non alla base del tuo prodotto: individua quelle a bassa priorità.

Entra sul mercato con un MVP

Ora che hai una prima versione del software è il momento di dimostrare la validità della tua idea. Raggiungere il mercato il più rapidamente possibile è la chiave del successo. Per farlo, non sempre è necessario costruire un prodotto tecnologico completo. L’importante è che il tuo prodotto, nella versione minimal (Minimum Viable Product) si basi su almeno uno di questi test.

Smoke Testing: crea una landing page dedicata e semplice, invia traffico tramite annunci e calcola quante persone si iscrivono.

Obiettivo: testare l'interesse dell'utente e verificare eventuali desideri nascosti.

Pre-vendita: avvia una campagna di crowdfunding e monitora quante persone donano.

Obiettivo: valutare l'interesse effettivo e reale degli utenti e raccogliere i primi fondi.

Concierge Test: significa eseguire i servizi manualmente, dando ai clienti un servizio prima di automatizzarlo con la tecnologia.

Obiettivo: creare nuove idee, generare feedback e raccogliere dati sui consumatori.

Wizard of Oz Test: grazie a questo test, per certi versi simile al precedente, dai l’impressione che le funzionalità siano automatizzate ma in realtà si eseguono ancora manualmente “dietro le quinte”.

Obiettivo: testare ipotesi sul comportamento del prodotto e del cliente.

MVP a funzionalità singola: sviluppa una soluzione con una funzionalità alla volta, per lanciarla sul mercato. Il tuo prodotto potrebbe essere composto anche da molti MVP, poi da collegare tra loro man mano che vengono definiti e approvati dal pubblico.

Obiettivo: convalidare le ipotesi sulle caratteristiche

Attrai i primi utilizzatori

Una volta lanciato il tuo MVP, è tempo di iniziare ad attirare gli utenti. Non devi spendere una fortuna per pubblicizzare la tua App ma cercare di creare un bacino limitato ad una selezione di persone utili. Questo ti permetterà di capire velocemente se sei sulla strada giusta o se invece stai costruendo qualcosa che il mercato non vuole. Anche una piccola quantità di persone è sufficiente allo scopo.

Non c'è nulla che possa rivelarti di più sulla tua soluzione, strategia e cliente in target se non l’analisi dei dati. Di solito prestiamo attenzione al numero di download e alla quantità di entrate generate dal software, ma queste non sono le sole metriche che contano per un’App.

Ci sono ad esempio:

  • Utenti attivi
  • Visita media e comportamento degli utenti
  • Valutazioni e recensioni
  • Costo per acquisizione

I numeri raccontano la vera storia della tua attività. Se non conosci le statistiche, sicuramente non puoi sapere se sta andando bene oppure no.

Trova lo start-up pivot

In una situazione ottimale, l’analisi dei dati ti dirà che tutto è andato come previsto. Costi di acquisizione bassi, tutti quelli che hanno scaricato l'App la useranno per mesi e mesi, riceverai fantastiche recensioni e la tua tech start-up diventerà la migliore del settore entro un mese.

Sembra troppo bello per essere vero? Già.

La realtà è diversa ma non per questo catastrofica. Quello che molto probabilmente accadrà è che alcune delle tue ipotesi saranno convalidate dai dati ma altre risulteranno viziate. Scoprire che alcune delle ipotesi iniziali sono errate è plausibile, ma non per questo è una cosa negativa.

Ogni volta che non riuscirai a convalidare la tua ipotesi, avrai l'opportunità di fare un pivot e trovare esattamente ciò che i tuoi consumatori stanno cercando.

Quando i dati mostrano che la tua ipotesi è corretta, l'unica cosa da fare è rimanere in linea con quello che stai facendo. Quando invece i dati mostrano che gli utenti non rispondono al tuo software nel modo in cui ti aspettavi, è probabile che un pivot sia necessario. Questo significa spostarsi su un nuovo percorso, sperando che questo si riveli più efficace.

L'idea di una startup è vincente quando scopre qual è la soluzione che il consumatore sta davvero cercando. Il solo modo possibile per creare un prodotto tecnologico di successo è eseguire test, per decidere se fare un pivot o perseverare sulla stessa strada.

Rendi tutto scalabile

Dopo aver testato e infine trovato il tuo pivot start-up, creando una soluzione utile per i primi utilizzatori, è il momento di aprirsi al mercato. Se hai già elaborato un valido piano di marketing, allora sei in grado di ampliare la tua campagna e attirare un numero sempre crescente di persone.

È in questa fase che le start-up iniziano a cercare finanziamenti per partire. Avendo superato i test con i primi utilizzatori, la tua soluzione “convalidata” ti mette in una posizione più forte rispetto alle start-up in fase di sperimentazione. Questo perché dimostrerai agli investitori non solo di saper creare prodotti innovativi ma soprattutto di sapere come avviare un'azienda tecnologica, con un approccio strategico e ben pianificato.

Infine, qual è il passo più importante nel lancio di una start-up?

Questi step ti aiuteranno a costruire il prodotto perfetto con un approccio agile e snello. Metterli tutti in pratica tuttavia può essere difficile. In realtà, aprire una start-up di prodotti tecnologici snella significa rallentare il processo di sviluppo, testando e rilanciando, per far avanzare i clienti a piccoli passi. Ad ogni pivot però si rafforza il potenziale per il successo della tua idea e il rischio di fallimento diminuisce.

Il passo più importante? È fare il primo passo! Puoi cercare informazioni su come avviare una start-up tecnologica e sognare un fantastico prodotto; ma se non ti impegni a fare il primo passo, non lo vedrai mai realizzato.

Possiamo aiutarti a dare vita alla tua azienda tecnologica. I nostri consulenti hanno collaborato con decine di progetti. Sei pronto a fare il primo passo per dare vita alla tua idea?

Contattaci oggi per programmare una consulenza con uno dei nostri esperti di start-up tecnologiche!

Hemargroup consulenza gratuita

Electronic Manufacturing & Services