5 domande e risposte sulle schede elettroniche in ambito IoT


 
5-domande-e-risposte-sulle-schede-elettroniche

Le schede elettroniche hanno rivoluzionato il modo di realizzare un circuito. Quello tradizionale si basava su componenti alquanto elementari da collegare tra loro attraverso un sistema piuttosto complesso; la progettazione richiesta era notevole.  

Con le schede programmabili invece è possibile oggi dotare i sistemi elettronici di una specie di “intelligenza”, grazie alla programmazione che avviene tramite software. Le diverse componenti diventano più complicate, mentre la connessione tra le stesse si semplifica.

Grazie all'introduzione delle schede elettroniche, assistiamo a una evoluzione/rivoluzione che sposta i riflettori dalla complessità della progettazione elettronica alla programmazione ovvero la ricerca continua (e realizzazione) di soluzioni ad hoc. Un varco che apre la strada alla prototipazione e alla customizzazione.

La scheda elettronica funziona sulla base di un procedimento preciso che vede:

  1.  Una fase iniziale di raccolta degli input (con l'ausilio di sensori, che potremmo paragonare ai nostri cinque sensi)
  2.  Una fase “logica”, in cui il sistema “intelligente” elabora i dati grazie alla programmazione software di cui è dotato
  3.  Una fase di output a cui si collegano i cosiddetti attuatori (che compiono le azioni risolutive vere e proprie) come led, segnali acustici, display, relay…

I vantaggi introdotti dall’IoT e dalle schede elettroniche, rispetto ai sistemi tradizionali sono lampanti. Vediamoli nel dettaglio.

Schede elettroniche e IoT: 5 domande e risposte

L'Internet delle cose è la parola d'ordine nel mondo frenetico di oggi. L'Internet of Things è una tecnologia fondamentale, comunemente nota come una rete di dispositivi elettronici fisici connessi via internet.

Le applicazioni IoT sono visibili in vari ambiti e questo ne riflette il vero significato e l'utilità. I vantaggi sono innegabili.


Perché l’accesso alle informazioni è facilitato?

Internet offre l’opportunità di raccogliere una mole così vasta di dati, in termini di volume, varietà e velocità di diffusione (Big Data) da renderne impossibile la gestione, il controllo e l’analisi se non attraverso metodologie e tecnologie specifiche. Grazie al web infatti, possiamo accedere facilmente anche a dati e informazioni che si trovano lontano dalla nostra posizione, in tempo reale. Grazie alla rete di dispositivi tutto ciò è ora possibile, per cui una persona può accedere a qualunque informazione comodamente seduta in qualsiasi parte del globo. Questo permette a milioni di persone di gestire il proprio lavoro, pur non essendo fisicamente presenti sul posto.


Perché il circuito stampato rappresenta un esempio effettivo di modernizzazione del sistema elettronico?

La rete di interconnessione permette una migliore comunicazione e rende più trasparente la connessione tra i vari device, riducendo le inefficienze. I processi, in cui i dispositivi comunicano tra loro, sono più efficienti e producono risultati migliori e più veloci. L'esempio perfetto a questo proposito è rappresentato da un macchinario in un’unità di produzione.


Perché la ripetibilità permette l’espandibilità del proprio mercato all’azienda?

Come accennato nel punto precedente, la comunicazione tra dispositivi elettronici è resa più facile dall'IoT. Questo aiuta le persone nelle attività quotidiane. Il trasferimento di pacchetti di dati su una rete connessa consente di risparmiare tempo e denaro. Gli stessi dati, che richiederebbero molto tempo per il trasferimento, possono ora essere eseguiti più velocemente, grazie all’IoT, riducendo i costi effettivi e migliorando quindi l’acquisizione di quote di mercato.


Perché le applicazioni IoT sono oramai indispensabili per aziende e startup?

L'automazione è la necessità - nel momento storico che stiamo attraversando - di gestire le attività quotidiane senza l'intervento umano. L'automazione delle attività in un'azienda contribuisce a migliorare la qualità dei servizi e a ridurre il livello dell'intervento umano, incrementando il livello di efficienza e minimizzando costi ed errori.


Perché rappresentano il volto futuro della tecnologia?

Come abbiamo già avuto modo di sottolineare, ciò che caratterizza in modo marcato le nuove schede elettroniche dell’IoT - rispetto a quelle tradizionali del passato - è quella sorta di intelligenza locale ma interconnessa e spesso autonoma di cui sono dotate. I sensori raccolgono una maggiore quantità di dati e in maniera più semplice (tramite connessioni evolute, quindi praticamente senza limitazioni) riescono a elaborarli, compiendo scelte ponderate ovvero smart. Questo è possibile attraverso i monitoraggi eseguiti in maniera costante e i controlli qualità garantiti su tutta la linea, il che rende affidabile e sicura la soluzione proposta.

Per concludere.

Abbiamo fornito risposte alle domande su cui in maggior misura è indispensabile oggi fare focus, se si vuole capire a fondo l’importanza delle applicazioni IoT per l'azienda del futuro. Implementare schede elettroniche e circuiti stampati nel ciclo di produzione di un’azienda, significa affrontare la digital transformation in modo consapevole e preparato e rimanere competitiva.

Va da sé che le caratteristiche elencate nell’articolo, spianano la strada a un ulteriore grande vantaggio dell’IoT. Ricapitolando:

  • Gestione Big Data
  • Modernizzazione
  • Ripetibilità delle azioni
  • Automazione
  • Scelte ponderate

rappresentano i pilastri su cui costruire scelte personalizzate per l’azienda e su cui fondare la prototipazione dei propri prodotti o servizi. L’elevato grado di customizzazione oggi richiesto dal mercato trova possibilità di espressione proprio nella realizzazione di circuiti stampati da programmare secondo le specifiche esigenze di ogni singolo business.

Cerchi l'ispirazione giusta per realizzare un prodotto elettronico da portare sul mercato?

Scarica la nostra guida gratuita

 

Electronic Manufacturing & Services