3 Lezioni apprese al CES 2021


 

 

Ogni anno Hemargroup partecipa al CES 2021, per scovare soluzioni interessanti e valutare le nuove tendenze del mercato.

In questo articolo presentiamo 3 importanti lezioni che abbiamo imparato dal CES di quest'anno, nella speranza che siano utili a tutti i membri della nostra community.

 

1) COVID ha favorito lo sviluppo dell'industria medica ben oltre i vaccini

Il contesto pandemico globale ha concentrato gli sforzi dell'umanità nella ricerca di possibili soluzioni e cure. Questo ha generato un notevole impulso in tutta l'industria medica e non, portando allo sviluppo di nuove apparecchiature medtech.

Un primo segnale è lo sviluppo di soluzioni "smart wearable" su apparecchiature standard come l'Apple watch o lo sviluppo completo di nuovi prodotti hardware. Un esempio è Razer, una società famosa per lo sviluppo di PC orientati al gioco, che ha utilizzato tutta la sua esperienza hardware per creare Project Hazel, una maschera facciale intelligente che combina la sterilizzazione UV, la proiezione della voce, e anche alcune soluzioni di design, come i LED multicolore.

Abbiamo anche visto una grande enfasi sulla cosiddetta "terapeutica digitale", una categoria di hardware e software che identifica tutte le strategie e le soluzioni per diagnosticare e gestire sintomi e malattie. Peraltro, in un approccio sempre più digitale alla medicina, sono un'arma in più nelle mani di pazienti e medici per individuare e trattare più rapidamente le malattie, monitorare le condizioni di salute a 360 gradi e offrire trattamenti sempre più personalizzati ai pazienti.

Se ancora non hai idee per la tua startup, considera che questo mercato dovrebbe valere 11,7 miliardi di dollari entro il 2027.

Infine, ricordiamo tutte le nuove tecnologie di monitoraggio e sterilizzazione, utili per controllare e combattere le pandemie, sviluppate da aziende come Kinsa e LG.

 

2) AI e tecnologia al servizio degli esseri umani

Un'altra grande tendenza di quest'anno è lo sviluppo generale di tecnologie basate sull'AI per servire gli esseri umani e migliorare il nostro stile di vita.

Un esempio che abbiamo apprezzato molto quest'anno è Nobi, una startup che ha costruito una serie di lampade intelligenti con funzioni di monitoraggio degli anziani. Il settore dell'assistenza agli anziani offre enormi opportunità di business, anche considerando la tendenza globale all'invecchiamento della popolazione. Tra l'altro, questo trend sta sollevando dubbi sulla sostenibilità dei sistemi di welfare occidentali, in particolare dei sistemi pensionistici.

Abbiamo visto diverse tecnologie in questo campo: tecnologie che migliorano il sonno, che si prendono cura dei nostri vestiti, e anche nel settore delle consegne robotizzate/automatizzate.

È quindi innegabile che la tecnologia ha oggi preso una traiettoria di sostegno, per tutte le attività quotidiane di noi esseri umani.

3)Greentech e e-Mobility sono in fermento

Un tema centrale del 2020, che si è solo amplificato con lo scoppio della pandemia, è la cura del nostro ambiente.

Dall'agricoltura AI, alle nuove tecnologie per creare e conservare l'energia, ci sono molte aziende e startup che cercano di costruire soluzioni e prodotti per risolvere il problema ambientale.

Quest'anno al CES abbiamo visto una forte concentrazione soprattutto nel campo dell'e-mobility, il che non sorprende visto il lancio di modelli completamente elettrici da parte di molte case automobilistiche.

Ciò che è diverso dagli anni precedenti, tuttavia, è un ritorno alle forme di trasporto personali e/o private, un cambiamento rispetto a un trend che finora si è concentrato sul ride-sharing.

Su questa linea c'è la Cadillac elettrica a decollo verticale (VTOL) di GM. Un aereo monoposto a batteria estremamente futuristico. Veicoli simili esistono già e operano come servizi di taxi autonomi, quindi sembra che l'industria si stia muovendo verso questa forma di trasporto, molto popolare tra gli appassionati di fantascienza.   

GM ha anche presentato il suo concetto di auto a guida autonoma Halo, un'auto a guscio progettata per trasportare il passeggero nel più totale comfort e che utilizza sensori biometrici per regolare l'illuminazione, la temperatura, l'umidità e persino il profumo. Ancora una volta l'attenzione è sullo stile di vita piuttosto che meramente sul prodotto.

Ci sono anche notizie dalla Germania, con Sono Motors e la sua auto a energia solare Sion che utilizza 248 pannelli per generare l'energia elettrica per guidare circa 22 miglia al giorno (se si vive in un posto soleggiato) fino a 87 mph. Si tratta di un primo esperimento di mezzi di trasporto energeticamente autonomi, che dipendono da fonti di energia pulita.

Nessuna sorpresa, invece, con il "micro-trasporto", che è ancora una forte tendenza, con aziende come Segway che lanciano una nuova gamma di modelli progettati per una rivoluzione nel trasporto privato, soprattutto per i pendolari.

Speriamo che questa breve panoramica del CES vi sia piaciuta e che vi abbia dato qualche spunto sulle tendenze che avranno un impatto sul prossimo futuro.

Hai un progetto ambizioso e hai bisogno di un partner che ti aiuti a svilupparlo? Vuoi saperne di più sui servizi di Hemargroup per aziende e start-up? Contattaci ora

New call-to-action

Electronic Manufacturing & Services